Piorrea cura e costi

20 Giugno 2019
Piorrea cura e costi

SCOPRI QUALI SONO I COSTI PER LA CURA DELLA PIORREA!

Se sei capitato qui, molto probabilmente è perché vuoi saperne di più sull’argomento piorrea cura e costi. In questo articolo ti spiegheremo cos’è la piorrea, come si cura e quali sono i costi. Prima di farlo, però, ti vogliamo ricordare che lo Studio Dentistico della Dott.ssa Cristina Greco ad Acilia (RM), è specializzato nella cura della piorrea tramite tecniche innovative, che spiegheremo nel proseguio dell’articolo. Per fissare un appuntamento conoscitivo, puoi contattarci al numero fisso 06 99702254 (clicca pure sul numero per chiamare e prenotare da mobile) oppure direttamente sul numero cellulare. Se preferisci, puoi chiederci la nostra disponibilità via mail scrivendo a studio.cristinagreco@libero.it. La prenotazione telefonica è preferita.

Se vuoi sapere subito il prezzo indicativo per la cura della piorrea, ti indichiamo che può variare intorno ai 100€ a seduta.

CURA PIORREA
100€ A SEDUTA

Ti invitiamo in ogni caso a contattarci o a continuare a leggere l’articolo per ottenere informazioni più precise.

Chiedi informazioni

PIORREA CURA E COSTI – QUALI SONO LE CAUSE E I SINTOMI?

Piorrea è il termine con cui comunemente viene indicata la parodontite, ovvero un’infiammazione del parodonto, l’insieme dei tessuti che sostengono il dente: in particolare l’osso alveolare, il cemento che riveste la radice del dente, la gengiva ed il legamento parodontale, ossia le fibre che si inseriscono nell’osso alveolare da una parte e sulla superficie della radice dentale dall’altra.

L’infiammazione causa il distacco delle gengive dai denti, dando luogo alla formazione di “tasche parodontali”, che a loro volta determinano danni a carico dell’osso alveolare con la conseguente riduzione della sua altezza: i denti cominciano a vacillare e – se non si interviene con urgenza e con metodi adeguati – perdono la loro funzione masticatoria e cadono.

Le cause più comuni della piorrea sono le seguenti:

  • Placca e tartaro – L’accumulo di placca e tartaro (che a sua volta può essere causato da una scarsa igiene orale) tende a creare degli interstizi tra denti e gengive, dove andranno a introdursi residui di cibo che, a lungo andare, permettono il prolificare di batteri dannosi.
  • Componente ereditaria – Si è notato che, tendenzialmente, i figli o i nipoti di persone affette da parodontite hanno maggiori possibilità di sviluppare questa malattia.
  • Tabagismo – I fumatori regolari hanno probabilità maggiore di sviluppare la piorrea e, inoltre, maggiori difficoltà nel trattamento e nel decorso.
  • Diabete – Le probabilità di incorrere in parodontiti aumenta anche nel caso di persone affetta da diabete mellito.
  • Farmaci – Alcuni farmaci (tra cui ad esempio gli antiepilettici) provocano la riduzione della salivazione e il conseguente aumento del rischio di piorrea.

Per quanto riguarda i sintomi, i più comuni sono: dolori alle gengive, alitosi, abbassamento e sanguinamento delle gengive, sensibilità al caldo e al freddo. Spesso, però, la piorrea ha decorso asintomatico, per cui l’unico modo per accorgersi del problema ed intervenire in tempo (ricordiamo che si tratta di una malattia degenerativa, per cui la tempestività della cura è fondamentale per evitare conseguenze più gravi quali la caduta dei denti) è sottoporsi a periodici controlli dal proprio dentista di fiducia.

PIORREA CURA E COSTI – COME SI CURA

La piorrea può essere curata, ma bisogna diagnosticarla per tempo e non tardivamente. Dopo una prima diagnosi, tramite radiografie e un sondaggio parodontale, si può verificare quanti millimetri di osso si sono persi e si decidono le terapie. La paradontite può essere trattate con terapie chirurgiche e non chirurgiche.

La terapia tradizionale prevede la cura della piorrea attraverso la chirurgia: si tratta dunque di un intervento medico piuttosto invasivo, necessario nei casi più gravi. Solitamente le tecniche chirurgiche, rigenerative e ricostruttive permettono di mantenere i denti, nonostante forme di malattia grave. In alcuni casi, però, dove il tessuto osseo è ormai compromesso, è necessario estrarre i denti e sostituirli.

Negli ultimi tempi stanno prendendo sempre più piede le terapie non chirurgiche, davvero innovative in quanto non tentano più di risolvere la parodontite tramite un intervento chirurgico, bensì eliminando la causa della sua insorgenza, ovvero i batteri. Tra queste la principali è la terapia laser che va a disinfettare i tessuti colpiti dai batteri permettendo così la completa guarigione e l’arresto della patologia. Si tratta di una cura non invasiva, ma potenzialmente molto efficace, perché agisce sulla causa della piorrea.

I vantaggi della terapia laser sono diversi: innanzitutto non provoca dolore, quindi non serve anestesia. Il fascio di luce va a colpire il tessuto infettato senza provocare alcun tipo di reazione fisica nel paziente. Inoltre il laser va a colpire solo i tessuti malati, lasciando intatti i tessuti sani. La laserterapia non richiede l’utilizzo di farmaci o antibiotici. Questa caratteristica fa in modo che possa essere applicata anche a pazienti che soffrono di allergie. Alla cura con il laser si abbina anche la rimozione manuale del tartaro. Questo contribuisce a riportare denti e gengive in perfetto stato di salute.

TRATTAMENTO LASER PIORREA – QUALI SONO I COSTI?

Presso lo studio dentistico della Dott.ssa Greco ad Acilia (RM) è possibile sottoporsi a un ciclo di terapia parodontale laser assistita a un costo che parte da 100€ a seduta, con un rapporto qualità/prezzo tra i migliori di Roma. Inoltre, presso il nostro studio la prima visita è sempre gratuita. Per fissare un appuntamento, contattaci!

Posted in News