Lingua bianca cosa significa, cause e rimedi

17 Luglio 2020
lingua bianca cosa significa cause rimedi

 

Gli scienziati lo sanno bene: il corpo è una macchina prodigiosa, perfetta, e quando qualcosa non funziona a dovere ci avvisa. Certi organi del nostro corpo possono essere dei veri sistemi di allarme se prestiamo loro attenzione. Ci riferiamo, ad esempio, alle unghie delle dita, ai nostri occhi, al colorito della pelle e addirittura alla nostra lingua. Si, avete capito bene, la nostra lingua. È proprio di questo che vogliamo parlare! Naturalmente è doveroso premettere che rivolgersi al medico e fare gli opportuni esami clinici per una diagnosi precisa è inderogabile, soprattutto se il disturbo dovesse perdurare nel tempo.

Detto questo, cosa potrebbe rivelare una lingua ricoperta da una sottile pellicola bianca? La cosiddetta lingua bianca deve preoccuparci? In questo articolo esamineremo le possibili cause di questa manifestazione, sia negli adulti che nei bambini, i rimedi e quell’insieme di azioni e comportamenti che possiamo mettere in atto per fare in modo che la nostra lingua ritorni ad avere l’aspetto roseo che normalmente deve caratterizzarla.

Lingua bianca: cosa significa


Il fenomeno della lingua bianca è dovuto essenzialmente alla crescita in modo consistente dei villi della mucosa che la riveste. Quando il nostro corpo funziona a dovere, i villi della lingua si mantengono bassi e la lingua ha il suo caratteristico colore roseo; quando qualcosa non va, vengono inviati segnali che aumentano la crescita di questi villi e ciò fa assumere alla lingua il colore bianco. Una lingua bianca è quindi sintomo di qualcosa che non sta funzionando come dovrebbe e a cui il nostro corpo sta reagendo.

Precisiamo che di solito il sintomo della lingua bianca non è indice di nulla di preoccupante: molto spesso è associata a disturbi passeggeri e non a carattere patologico.

Lingua bianca in gravidanza

È un sintomo piuttosto comune in gravidanza, soprattutto nei primi tre mesi, ma può succedere anche dopo. Il corpo si sta adattando a fare spazio al nascituro e gli ormoni, quali estrogeni, progesterone e Beta hCG, vengono immessi in misura maggiore nel circolo sanguineo della gestante.

Molto spesso questa nuova condizione porta alcune donne ad accusare forti nausee e a rimettere più volte al giorno. A lungo andare uno dei sintomi più evidenti è la lingua bianca. Man mano che il nascituro cresce dentro la pancia, inoltre, si comprimono gli organi adiacenti e spesso la digestione diventa difficoltosa e il reflusso gastrico può diventare abituale.

Avere la lingua bianca in gravidanza, quindi, può perdurare per tutti i 9 mesi ma potrà passare con alcuni accorgimenti come, per esempio, fare spuntini più volte al giorno, bere acqua e limone o semplicemente bere molto e a piccoli sorsi, fare uso di tisane allo zenzero, etc. Al più tardi, passerà con la nascita del vostro bambino.

La lingua bianca in gravidanza può essere dovuta anche a una carenza di vitamine e di ferro.

Lingua bianca nei bambini

Soffrono della patina bianca sulla lingua anche i bambini. A cosa si deve? Come per gli adulti anche nei bimbi la patina bianca evidenzia qualcosa che non va. Molto spesso dipende da una mancanza di salivazione della bocca. Raffreddori e febbre possono portare a questa condizione. Il raffreddore impedisce di respirare con il naso e, al suo posto, si usa la bocca. Come conseguenza la lingua si secca perché si riduce la salivazione: ecco quindi le condizioni perfette perché la nostra lingua diventi bianca!

In alcuni casi anche una scarsa igiene orale può manifestarsi con il suddetto sintomo. I bambini spesso portano apparecchi ortodontici fissi e non prestano attenzione alla cura dell’igiene dei denti che, al contrario, dovrebbe essere ancora più accurata.

Classico dei bambini è una candidosi orale detta mughetto. Questo fungo, se prolifera nella bocca, provoca una patina bianca sulla lingua del bambino simile alla ricotta.

Vuoi saperne di più? Vuoi fissare un appuntamento per il tuo bambino? Il nostro studio è specializzato in odontoiatria pediatrica.

 

Richiedi una consulenza

 

Lingua bianca cause

Spesso dipende da disturbi dell’apparato digerente come una cattiva digestione, disturbi gastrointestinali, reflusso gastroesofageo. A volte situazioni di stress prolungato, affaticamento tipico dei cambi di stagione, una candidosi al cavo orale o semplicemente la comune febbre possono essere la causa della lingua bianca. Anche l’uso di farmaci, come gli antibiotici, il fumo, l’abuso di alcool possono portare a questa manifestazione.

È chiaro dunque che occorre fare delle indagini per sapere il motivo esatto che ha portato a questa situazione di patina bianca sulla lingua.

È idea comune associare la lingua bianca con l’alitosi. In realtà non è proprio così.

L’alitosi, esattamente come il sintomo della lingua bianca, deriva più da processi dell’apparato digerente piuttosto che da batteri che si anniderebbero sulla lingua. In realtà i batteri della bocca non si trovano sulla lingua ma in altre zone del cavo orale come le tasche gengivali, lo spazio tra il dente e la gengiva, che si può creare in condizione di scarsa igiene orale.

Quindi si può affermare che una corretta igiene orale, cioè lavarsi i denti dopo i tre pasti quotidiani, mantiene una salute corretta di tutti gli organi del cavo orale: lingua, gengive, denti e può indirettamente ridurre l’alitosi derivante dai batteri che possono proliferare nella nostra bocca dopo i pasti.

Se avete la lingua bianca e l’alito cattivo una causa è probabilmente legata ad un problema di digestione. Non conviene intervenire con strumenti che possono danneggiare la mucosa della lingua né tanto meno con antimicotici auto prescrittisi.

Lingua bianca rimedi

Quali rimedi adottare in caso si presenti la patina bianca dipenderà, in essenza, da cosa l’ha provocata. Se, come nei casi più comuni, la lingua bianca si deve a una cattiva digestione i rimedi della nonna, ovvero bere acqua e limone, oppure cospargere la zona di sale grosso e massaggiare delicatamente, potranno in breve tempo risolvere il problema.

O ancora, potrete usare altri elementi naturali per fare risciacqui in bocca come il bicarbonato, l’antibatterico per eccellenza, la curcuma, un anti infiammatorio naturale. Per questi risciacqui basterà mescolare in un bicchiere d’acqua un mezzo cucchiaino di bicarbonato o curcuma e ripetere l’operazione più volte al giorno.

Infine, per ripristinare la flora batterica dell’intestino, molto spesso compromessa dall’uso di antibiotici, può essere utile anche l’uso dei fermenti lattici, che in breve tempo hanno il potere di ripristinare il naturale colore roseo che deve caratterizzare la nostra lingua.

Chiedi informazioni

Posted in News