L’Implantologia dentale è dolorosa?

15 maggio 2017

L’IMPLANTOLOGIA DENTALE IN 4 RIGHE (E MEZZO)

L’implantologia dentale è quella branca della chirurgia odontoiatrica che serve per ristabilire l’arcata dentaria. Prevede il ripristino della dentatura al fine di riottenere una corretta funzionalità dei propri denti ed un sorriso sano e naturale. A differenza delle protesi fisse o rimovibili, ha una durata maggiore dovuta al fatto che gli impianti si inseriscono nell’osso mascellare, anziché essere applicati ad altri denti o alle gengive con l’utilizzo di ponti o adesivi. Non si tratta quindi della classica “dentiera” ma di una vera e propria soluzione definitiva, funzionale ed esteticamente appagante alla perdita dei denti.

L’IMPLANTOLOGIA DENTALE E’ DOLOROSA?

Questa è fondamentalmente la paura principale di chi si deve sottoporre a questo tipo di trattamento. Come ogni terapia invasiva, anche l’implantologia dentale può essere dolorosa, ma occorre innanzitutto suddividere l’intervento in tre fasi, ovvero:

  • L’anestesia
  • L’intervento
  • Il post intervento

Per sapere se l’implantologia è dolorosa bisognerebbe chiedere a chi ha già effettuato questo tipo di trattamento. Le risposte che potremmo ottenere, come succede per ogni tipo di intervento, possono essere delle più svariate. Ma nella media si può sicuramente affermare che  si tratta più di un fastidio che di un dolore. Tuttavia, l’intervento invasivo è innegabile, il dentista infatti fa a operare direttamente sull’osso con il micromotore, per cui, principalmente nella fase post-operatoria il fastidio potrebbe rivelarsi più intenso.

La paura del dolore dovrebbe quindi essere riferita alla fase post-operatoria piuttosto che all’operazione in sé che, grazie all’utilizzo dell’anestesia, evita al paziente qualsiasi tipo di sofferenza o fastidio.

chiedi info per un intervento di implantologia dentale

IL DOLORE DELL’IMPLANTOLOGIA DENTALE DURANTE L’ANESTESIA

La fase dell’anestesia non provoca nessun dolore nel paziente. La puntura, a seconda del caso, può essere effettuata o via endovena oppure localmente. In entrambi i casi non si prova nessun dolore ma un piccolissimo fastidio al momento dell’utilizzo dell’ago. Alcuni dentisti particolarmente capaci riescono anche a non far percepire al paziente il momento della puntura.

IL DOLORE DELL’IMPLANTOLOGIA DENTALE DURANTE L’INTERVENTO

Come illustrato, l’implantologia dentale non è dolorosa durante la fase pre-intervento. Viene infatti utilizzata un’anestesia locale che permette al paziente di rimanere vigile ma non percepire il dolore dell’intervento. Ultimamente sta prendendo piede anche una differente tipologia di anestesia, la cosiddetta sedazione cosciente, dove le sostanze analgesiche vengono iniettate al paziente direttamente endovena. Il paziente rimane cosciente per tutto il tempo dell’intervento, non percepisce il dolore e rimane sufficientemente vigile da poter rispondere alle domande del dentista. E’ tuttavia doveroso specificare che anche nella classica modalità di anestesia locale il paziente non percepisce alcun dolore e che, a questo scopo, è comune da parte del dottore testare gradualmente la percezione del dolore del paziente dopo che è stata effettuata l’anestesia locale.

Durante l’operazione il dentista opererà direttamente sull’osso mandibolare del paziente. La velocità del trapano è di solito bassa e accompagnata da una corretta irrigazione della zona, al fine di evitare il surriscaldamento dell’osso e di facilitare l’installazione dell’impianto.

IL DOLORE DELL’IMPLANTOLOGIA DENTALE DOPO L’INTERVENTO

Questa è in realtà la fase più “preoccupante” e che i più temono. Specifichiamo subito che se si seguono le corrette procedure e se ci si rivolge ad uno studio specializzato con un background importante nel settore, i fastidi post-operatori che si proveranno saranno minimi. E’ comunque innegabile che, come in tutte le operazioni, delle problematiche post-intervento o delle infiammazioni particolari possono verificarsi e quindi comportare uno stato doloroso atipico e non preventivato. Queste casistiche, in realtà, si possono verificare anche successivamente interventi di routine molto più comuni, come per esempio una semplice devitalizzazione o un’estrazione che possono comportare (raramente) complicazioni.

Tornando al tema di questa trattazione, ovvero se l’implantologia dentale è dolorosa, sottolineiamo che l’implantologia dentale dolosa è più che altro una paura del paziente che una connotazione vera e propria del trattamento. E’ tuttavia innegabile che le fasi post-intervento possano causare talvolta del fastidio o del dolore e, nello specifico, in questi due momenti:

  • Il periodo immediatamente successivo all’intervento, quindi quando finisce l’anestesia
  • La rimozione dei punti

IL DOLORE QUANDO FINISCE L’ANESTESIA

Questo è forse il momento il cui il fastidio è più intenso. L’utilizzo di analgesici può favorire il decorso e aiutare il paziente a sentire meno fastidio. Durante questa fase sintomi come un piccolo sanguinamento delle gengive nella zona dell’intervento o un rigonfiamento delle stesse sono da considerarsi normali conseguenze dell’operazione. In molti si chiedono quali siano i migliori farmaci da utilizzare per sentire meno dolore. Di solito è consigliabile utilizzare quelli che il dentista, sicuramente, vi avrà raccomandato dopo la seduta.

RIMUOVERE I PUNTI DOPO L’INTERVENTO DI IMPLANTOLOGIA. FA MALE?

A seconda della tipologia di punti o dell’intervento effettuato, i punti possono essere riassorbiti oppure verranno rimossi dopo una decina di giorni. In ogni caso per rimuoverli non si sente alcun dolore se non un brevissimo e lievissimo fastidio.

chiedi info per un intervento di implantologia dentale

COME ALLEVIARE IL DOLORE POST-OPERATORIO

Dopo l’operazione, come abbiamo già specificato, potrebbero esserci alcune sintomatologie fastidiose come, per esempio, gengive gonfie o sanguinanti, ringonfiamento in prossimità della zona trattata o, nei casi più rari, un lieve stato febbrile a testimonianza dello stato infiammatorio in atto. Tra le soluzioni o i palliativi raccomandati, ricordiamo:

  • Utilizzo di analgesici
  • Utilizzo di impacchi di ghiaccio sulla zona trattata
  • Non effettuare l’igiene orale dopo l’opearzione
  • Pulire bene i denti e la bocca nei giorni successivi l’operazione
  • Durante la pulizia dei denti, effettuare movimenti dolci e leggeri con lo spazzolino
  • Non fumare
  • Cibarsi di sostanze morbide o liquide
  • Non masticare nella zona trattata per facilitare l’osteo integrazione
  • Non dormire con la pancia o il viso rivolti verso il materasso o il cuscino

IMPLANTOLOGIA DENTALE. TEMPI DI GUARIGIONE

I tempi di guarigione per un intervento di implantologia dentale sono abbastanza brevi. Tuttavia, chi pone questa domanda in realtà vuole sapere la durata del dolore. E’ però molto complesso definire un periodo preciso. La ripresa di una normale attività può variare molto a seconda della salute generale del paziente e soprattutto a seconda del tipo di intervento effettuato. Quante arcate sono state interessate? Quanti denti sono stati sostituiti? Com’era la salute orale del paziente prima dell’intervento? E’ bene avere un’idea chiara del processo post-operatorio prima dell’intervento. Non esitate quindi a rivolgere qualsiasi tipo di domanda al vostro dentista per avere un quadro preciso di cosa vi aspetta.

COSA DICE CHI HA GIA’ EFFETTUATO L’OPERAZIONE

Quasi sempre, chi si è già sottoposto a implantologia dentale sostiene che non sia stata dolorosa. Nel 95% dei casi il paziente si ritiene soddisfatto e ripeterebbe subito l’operazione.

chiedi info per un intervento di implantologia dentale

Postato in News