Estrazione denti da latte

28 agosto 2017

ESTRAZIONE DENTI DA LATTE: COME FUNZIONA?

I primi denti da latte compaiono generalmente tra i 6 e i 12 mesi: a fare la prima comparsa sono i due incisivi inferiori, seguiti successivamente dai due superiori. Tra i 24 e 1 30 mesi la dentatura da latte, o dentatura decidua, è completa con 20 denti:

  • 4 incisivi centrali (2 superiori e 2 inferiori)
  • 4 incisivi laterali (2 superiori e 2 inferiori)
  • 4 canini (2 superiori e 2 inferiori)
  • 4 primi molari (2 superiori e 2 inferiori)
  • 4 secondi molari (2 superiori e 2 inferiori).

All’età di circa 6 o 7 anni di vita i bambini iniziano a perdere i loro denti da latte: tale procedimento serve a fare spazio a quelli che sarà, poi, la loro dentatura definitiva. Sebbene i denti decidui debbano cadere, possono ugualmente essere intaccati dalla carie, che può provocare infiammazioni molto dolorose. Per questo motivo i denti da latte hanno bisogno della cura e dell’igiene di cui hanno bisogno i permanenti.

L’estrazione dei denti da latte, quando effettuata in prossimità della sua naturale permuta, non risulta essere dolorosa per il bambino. Generalmente, infatti, questo tipo di intervento richiede per la sua esecuzione la perfrigerazione, ovvero un getto di cloruro di etilene che raffredda ed anestetizza la zona interessata al fine di non provocare dolore al piccolo paziente. Nel caso in cui, invece, il dente da latte è lontano dalla sua naturale permuta, la sua precoce estrazione richiede l’intervento dell’anestesia locale, come avviene per le estrazioni dei denti permanenti.

Per valutare attentamente la procedura da adottare per l’estrazione dei denti da latte, è bene rivolgersi al proprio dentista di fiducia o ad un professionista del settore. Presso il nostro studio dentistico di Roma la prima visita è sempre gratuita.

approfondimento costo sbiancamento denti

 

ESTRAZIONE DENTI DA LATTE: QUANDO E’ UTILE RICORRERE A QUESTO TRATTAMENTO?

La cura di un dente da latte, o dente deciduo, dipende dall’età del bambino e dal momento in cui avverrà la sua naturale permuta per far spazio ai denti permanenti.
Per valutare attentamente quali potrebbero essere gli effetti e le conseguenze di una estrazione precoce, è opportuno rivolgersi ad uno specialista, che, una volta analizzato il caso, sceglierà la procedura migliore da adottare in maniera personalizzata.

Spesso per scegliere il tipo di intervento da effettuare occorre analizzare lo stato dei denti definitivi non ancora spuntati con una radiografia.

A volte può capitare che il bambino non cambi i denti da latte nei tempi standard ed è opportuno, quindi, recarsi da un pedodontista (o dentista pediatrico), ovvero lo specialista che si occupa dei bambini, per chiedere un consulto. Quando, invece, nella bocca del bambino si inizia a scorgere la punta del dente permanente e il corrispondente dente deciduo non è stato ancora cambiato, si deve intervenire con l’estrazione del dente da latte.

 

L’estrazione dei denti da latte si rende necessaria quando:

  • si deve favorire il corretto posizionamento del dente permanente, nel caso in cui il dente da latte non sia caduto naturalmente e possa, quindi, bloccare la crescita del permanente o farlo crescere in una posizione non corretta;
  • il dente da latte fa crescere il dente permanente in modo sporgente verso il labbro, causando problemi di scarsità di gengiva.

Il dentista prederà, quindi, ad estrarre i denti decidui quando per ritardo o per difficoltà di caduta complicano l’eruzione dei denti permanenti.

 

ESTRAZIONE DENTI DA LATTE ROMA: I COSTI

Quanto costa l’estrazione dei denti da latte a Roma?  Il prezzo totale per una estrazione dentale dipende dal tipo di intervento che bisogna eseguire e dalla complessità del caso.

Generalmente i prezzi per l’estrazione dei denti da latte a Roma si aggirano tra i 30 € e i 50 €.

Nella determinazione del prezzo incidono, infatti, vari fattori come il numero dei denti coinvolti o se si tratta di una estrazione semplice oppure di una estrazione chirurgica. Mentre la prima richiede un intervento poco invasivo con l’anestesia locale, la seconda richiede un lavoro più complesso e la sedazione del piccolo paziente.

 

COSA FARE UNA VOLTA ESTRATTI I DENTI DA LATTE?

Una volta che il dente da latte è caduto,  è necessario pulire la bocca attentamente, facendo numerosi risciacqui al fine di ridurre il sanguinamento della gengiva o mettendo della garza pulita nello spazio ormai vuoto del dente per bloccare il sangue appena uscito. In caso di forte dolore per il bambino, si può cercare di attenuarlo poggiando al di fuori della bocca, in prossimità della zona dolente, del ghiaccio avvolto in un panno.

Per avere informazioni sulla procedura dell’estrazione dei denti da latte a Roma, per richiedere una consulenza oppure un preventivo gratuito, ti invitiamo a contattare il nostro studio dentistico  ad Acilia, in Via Cesare Maccari 265, e a prendere un appuntamento. La prima visita è sempre gratuita.

Postato in News