Come curare le afte

28 agosto 2017

AFTE: COME SI CURANO?

 

Le afte, conosciute anche come stomatiti, sono delle piccole ulcere fastidiose e dolorose, che si manifestano generalmente all’interno della bocca: sulla lingua, sulle labbra, sul palato, sulle guance o anche in gola. Il fastidio è provocato dal gonfiore e arrossamento delle mucose colpite. Il termine ha origine dal Greco: αφθα (afta), ovvero “ulcera della bocca”. Le afte, inoltre, non possono essere trasmesse.

Non esiste una vera e propria cura per le afte: queste, infatti, spariscono naturalmente dopo circa due settimane. I trattamenti e i piccoli rimedi naturali sono consigliati per alleviarne il dolore, ridurre il tempo di guarigione e la frequenza degli episodi.

Il processo di ulcerazione appare in circa 24 ore. Molto spesso, però, l’area della mucosa inizia ad infiammarsi prima della comparsa dell’ulcera. Le afte si manifestano come piaghe rosse e fastidiose, con una dimensione che può raggiungere complessivamente i 2,5 centimetri, anche se nella maggior parte dei casi si manifestano in dimensioni molto più piccole. Le ulcere aperte hanno generalmente un rivestimento bianco o giallastro, circondate da un alone. Nella maggior parte dei casi le afte si presentano in modo solitario, ma non è raro riscontrarle anche in piccoli gruppi.

 

COME CURARE LE AFTE: ALCUNI ACCORGIMENTI

Come curare, dunque, le afte? Anche se, come suddetto, non esiste una vera e propria cura per le afte, si possono adottare comunque alcuni accorgimenti utili, in grado di ridurre il fastidio provocato:

  • ricorrere a prodotti a base di acido ialuronico, che favorisce la guarigione della mucosa, e contengono anche anestetico per lenire il dolore;
  • applicare sull’afta un batuffolo di cotone intriso di acqua ossigenata;
  • ridurre l’infiammazione applicando del ghiaccio;
  • adottare una scrupolosa igiene orale;
  • evitare cibi piccanti, che possono irritare e ritardare il processo di guarigione;
  • consumare latte, yogurt o gelati per contribuire a ridurre il dolore.

Se il dolore si rende acuto e insopportabile, si può ricorrere all’uso di farmaci da banco, opportunamente indicati dal medico o dal farmacista. Per procedere ad un’applicazione locale del farmaco, occorre asciugare l’area dell’afta con un panno, applicare una piccola quantità di farmaco con un cotton-fioc ed attendere almeno trenta minuti prima di consumare cibi solidi o liquidi. Nei casi di afte più complesse bisogna ricorrere a farmaci più “importanti”, come antivirali o cortisonici, da assumere esclusivamente sotto prescrizione e consiglio del medico.

 

approfondimento costo sbiancamento denti

LE AFTE SI POSSONO PREVENIRE?

Ma, così come esistono rimedi e consigli utili su come curare le afte, esistono anche alcuni accorgimenti per prevenire la loro formazione:

  • evitare alimenti piccanti e irritanti;
  • evitare cibi eccessivamente duri e taglienti, come pane tostato, patatine e arachidi;
  • evitare le gomme da masticare;
  • usare solo spazzolini da denti con setole morbide per evitare di irritare le gengive;
  • cercare di ridurre o controllare stress e ansia;
  • alimentarsi in modo e completo, al fine di non incorrere in carenze vitaminiche.

Per garantire una corretta igiene orale ed evitare di incorrere nella formazione di fastidiose afte, è bene recarsi dal proprio dentista di fiducia. Presso il nostro studio dentistico di Acilia (Roma), in via Cesare Maccari 265, la prima visita è sempre gratuita.

 

Postato in News