Bruxismo: cause e rimedi

9 ottobre 2017

BRUXISMO: PERCHE’ SI DIGRIGNANO I DENTI?

Il bruxismo, dal greco βρύχω, è una para-funzione (ovvero un’attività del nostro organismo, priva di finalità) che consiste nell’abitudine di  stringere, serrare o digrignare i denti. Tale abitudine è una contrazione dei muscoli impiegati nella masticazione, dura mediamente dai 5 ai 10 secondi e può verificarsi sia di giorno sia di notte. Esistono tre diverse tipologie di bruxismo:

  • Bruxismo “rumoroso” (il digrignamento)
  • Bruxismo“silenzioso” (il serramento)
  • Bruxismo misto.

Nella maggior parte dei casi il bruxismo si manifesta principalmente la notte, durante il sonno, ed avviene in maniera inconsapevole. Non si conoscono ancora le reali cause: da alcuni studi risulta che l’atto di digrignare i denti possa dipendere da casi di stress intenso o tensione; da altri che ci siano all’origine delle predisposizioni familiari; da altri studi ancora, infine, che sia legato a problemi di malocclusione dentale. Le strutture coinvolte nell’attività del bruxismo so

Postato in News
28 agosto 2017

AFTE: COME SI CURANO?

  Le afte, conosciute anche come stomatiti, sono delle piccole ulcere fastidiose e dolorose, che si manifestano generalmente all’interno della bocca: sulla lingua, sulle labbra, sul palato, sulle guance o anche in gola. Il fastidio è provocato dal gonfiore e arrossamento delle mucose colpite. Il termine ha origine dal Greco: αφθα (afta), ovvero “ulcera della bocca”. Le afte, inoltre, non possono essere trasmesse. Non esiste una vera e propria cura per le afte: queste, infatti, spariscono naturalmente dopo circa due settimane. I trattamenti e i piccoli rimedi naturali sono consigliati per alleviarne il dolore, ridurre il tempo di guarigione e la frequenza degli episodi. Il processo di ulcerazione appare in circa 24 ore. Molto spesso, però, l’area della mucosa inizia ad infiammarsi prima della comparsa dell’ulcera. Le afte si manifestano come piaghe rosse e fastidiose, con una dimensione che può raggiungere complessivamente i 2,5 centimetri, anche se nella maggior parte dei casi si manifestano in dimensioni molto più piccole. Le ulcere aperte hanno generalmente un rivestimento bianco o giallastro, circondate da un alone. Nella maggior parte dei casi le afte si presentano in modo solitario, ma non è raro riscontrarle anche in piccoli

Postato in News